TOP

Molto spesso quando si parla di catcalling, nell'immaginario collettivo, si pensa che sia l'uomo che fischia ad una donna e in effetti la maggior parte delle volte è così. Come mai? Non è tanto perchè l'uomo è “un porco” e

In copertina: Fotografia di Amy Guip Ho avuto la fortuna, lo ammetto, di aver due genitori corretti, due persone che, cioè, hanno sempre avuto l’energia, il tempo, la voglia di spiegarmi le cose, di educarmi, di coinvolgermi.Quando per la prima

Questa intervista a Linda Porn è apparsa il 13 novembre 2020 a cura di Abel Cobos sul media di informazione e intrattenimento Codigo Nuevo. Abbiamo deciso di tradurla con il consenso dell’artista intervistata perché riteniamo fondamentale riflettere sulla riproduzione delle forme

La circostanza in cui un uomo (mansplainer) si senta autorizzato a puntualizzare e/o a precisare tematiche e argomenti, nonostante sia meno competente del suo interlocutore, soltanto perché di sesso femminile, rimanda all’idea che la parola di quest’ultima abbia

Immagine in Copertina foto Bettina Flitner / Contrasto Intervento di Sara Gandini per i SETTANTACINQUE ANNI della CASA DELLA CULTURA di Milano, Martedì 16 marzo 2021 Primo Seminario Rossana Rossanda dal titolo "Contraddizione donna. La rivoluzione più lunga" https://www.casadellacultura.it/1209/settantacinque-anni-di-casa-della-cultura Titolo del mio intervento:

L’accusa: “Gli uomini sono violenti!” - È più che ovvio che tanti uomini, a questa frase ancora troppo spesso diffusa da persone e da media, reagiscano con stizza o con indifferenza. Probabilmente non gli è del tutto chiaro, ma quella

Categorie

Lo sguardo maschile oggettivante: male gaze

Il male gaze è quello sguardo maschile sulle donne che le identifica come oggetti sessuali. È il tipo di sguardo che troviamo nel cinema, in tv e nelle pubblicità. È la ragione per cui nel cinema, in tv e nelle […]

Islamofobia e white saviorism in Afghanistan

Immagine in copertina da en.gariwo.net La prima volta che sentii parlare di Afghanistan era il 2001. I miei genitori guardavano solo tg della Rai e ricordo i cronisti che mostravano un paese che ai miei occhi di bambina appariva povero […]

8 APRILE: GIORNATA INTERNAZIONALE DEI ROM, SINTI E CAMMINANTI

8 aprile “primavera brilla nell’aria e per li campi esulta” e in tutto il mondo si celebra il Romano Dives, la Giornata internazionale dei Rom, Sinti e Camminanti. Pensare che fino a quella data cigani, gipsy, Zigueuner erano termini usati […]

IN LIBRERIA: Anche questo è femminismo di BOSSY

TROVATE IL LIBRO QUI: Anche questo è femminismo – Bossy – Shop Tlon   a cura di Biancamaria Furci e Alessandra Vescio  Introduzione di Irene Facheris  Cosa succede quando disabilità e genere si intrecciano?   Perché combattere lo stigma del corpo […]

“Non sono madre perché non voglio”: intervista a Lunàdigas, ovvero delle donne senza figlə.

Mi chiamo Benedetta La Penna, sono una blogger, attivista femminista, speaker radiofonica e libraia di Pescara. Ho 31 anni e si, non voglio avere figli/e. No, non cambierò idea solo perchè ho 31 anni ed ho “tutta la vita davanti”. […]

Il 6 aprile ’41, l’Italia invadeva la Jugoslavia: le truppe tedesche, seguite a ruota da quelle italiane e ungheresi, distrussero il regno dei Karađórđević e spartirono il suo territorio fra i vincitori. Seguirono anni terribili. Diciamolo subito: la prima responsabilità dell’inferno

Immagine in copertina di society19.com In Italia la cultura sex positive è ancora poco diffusa, probabilmente anche a causa delle scarse possibilità di fare esperienze dirette nel nostro territorio. Workshop, festival ed eventi sex positive sono occasioni di incontro con persone che

«È meglio obbedire a Dio che agli uomini». Con questo passo degli Atti degli Apostoli (V, 29), i fedeli cristiani sono soliti legittimare il loro ricorso all’obiezione di coscienza per l’interruzione volontaria di gravidanza, che viene garantita dallo Stato Italiano

Esattamente come è avvenuto nelle altre discipline accademiche, anche la storiografia ha risentito dell'impronta patriarcale. Sono poche le donne che figurano nei manuali e nei saggi storici e non solo in conseguenza della subalternità cui la società le ha costrette.